XO Solutions

Capire la differenza tra ciò che siamo e ciò che potremmo diventare.

XO SOLUZIONI

Le soluzioni per il benessere acustico non sono universali.
Devono essere concepite in base a un complesso sistema di variabili:
architettoniche, come la tipologia del fabbricato e degli ambienti;
contingenti, cioè il genere di occupazione dei lavoratori
formali, ossia che tipo di estetica e di stile vogliamo esprimere.

Lo studio preliminare deve pertanto prendere in considerazione tutti questi aspetti, con l’impegno di considerarli nella loro globalità trasformandoli poi in progetto concreto.

Solo una volta che il progetto è stato delineato sarà il momento di scegliere quali linee di arredo, nella vastità del mercato, consentono di realizzarlo coerentemente. Si possono valutare sia soluzioni modulari sia il “su misura”, ma sempre con grande attenzione alla flessibilità perché gli spazi si evolvono insieme a chi li occupa quotidianamente.

Lo studio preliminare deve pertanto prendere in considerazione tutti questi aspetti, con l’impegno di considerarli nella loro globalità trasformandoli poi in progetto concreto.

Solo una volta che il progetto è stato delineato sarà il momento di scegliere quali linee di arredo, nella vastità del mercato, consentono di realizzarlo coerentemente. Si possono valutare sia soluzioni modulari sia il “su misura”, ma sempre con grande attenzione alla flessibilità perché gli spazi si evolvono insieme a chi li occupa quotidianamente.

XO PROCESS

“Una volta che la mente di un uomo si è espansa grazie a una nuova idea, non tornerà mai più alle sue dimensioni originarie”

Oliver Holmes

Ci sono gli open space, le reception, gli ambienti direzionali, gli ambienti di riunione e quelli ricreativi.
Ci sono spazi operativi e dinamici, nei quali bisogna porre particolare attenzione allo scorrere dei flussi informativi, e altri di carattere più intimista e simbolico, nei quali l’estetica e la percezione saranno privilegiate.

Il concetto di benessere nell’ambiente di lavoro, spesso fatto coincidere con il mero punto di vista ergonomico, si sta sempre più ampliando a una visione globale, che non può più prescindere da una valutazione professionale del benessere acustico.
La progettazione degli ambienti diventa quindi una disciplina articolata, che mira a migliorare l’efficienza e la produttività delle persone. Serve un’armonia di livello superiore, che comprenda il colore, la luce, le forme e i suoni.